Accedi al sito
Serve aiuto?

Carbone Attivo


Nel trattamento e nella depurazione delle emissioni nocive provenienti dalle produzioni industriali e dallo stoccaggio dei rifiuti, i carboni attivi rimuovono le sostanze organiche volatili, quali ad esempio idrocarburi, solventi aromatici e clorurati, evitandone la disperzione in atmosfera.

Utilizzati per il trattamento di aria e gas, sono di origine minerale o vegetale.

Attivati fisicamente possono essere rigenerati con vapore o gas inerte caldo, oppure riattivati in forni idonei.

Le sostanze inorganiche quali gas acidi, composti solforati, ammoniaca, vapori di mercurio, vengono adsorbite dalla struttura porosa di carboni attivi debitamente impregnati con composti chimici specifici che permettono, con la formazione di molecole stabili, il processo irreversibile del chemiadsorbimento.

In particolari settori industriali, per la salvaguardia dell'ambiente, è utilizzata con successo la tecnologia di adsorbimento di solventi su carbone attivo. Questi ultimi vengono successivamente desorbiti dal carbone mediante un processo che ne consente il recupero ed il riutilizzo.

Il carbone attivo si presenta in cilindretti o pellets di diametro 4-6 mm e lunghezza 10-12 mm e viene frequentemente impiegato per rimuovere dall'aria contaminanti aeriformi quali solventi, ammoniaca, fumi di saldatura, biogas etc....inoltre è un materiale filtrante molto efficace, dall’aspetto granuloso e microporoso, utilizzato nei depuratori per cabine di verniciatura di carrozzerie, carpenterie e in generale industrie che impiegano verniciatura a spruzzo, per catturare sostanze inquinanti tramite adsorbimento da flussi in fase gassosa.